VILLA CALDOGNO

 

Comune di Caldogno (vi)

OG2 certificazione SOA

 

Arch. Diego Peruzzo

 

 

 

[removed]

Villa Caldogno si trova nel comune agricolo omonimo, una decina di chilometri a nord di Vicenza, poco distante dalla statale 46 del Pasubio, in una zona di bellezza rurale ben conservata.

Il committente, Losco Caldogno, è un nobile vicentino affermatosi nel commercio della seta. Ricevuta in eredità una tenuta agricola, decide di ristrutturare la fattoria affidandosi ad un architetto che ha già dato buona prova di sé con certi suoi parenti, i Godi di Lugo di Vicenza per Villa Godi.

Quando riceve l’incarico, Andrea Palladio ha 34 anni ed è ancora ancora legato alla bottega di Girolamo Pittoni e Giacomo da Porlezza, ma opera in modo sempre più autonomo e personale. Il progetto non risulta incluso ne “I Quattro Libri dell’Architettura”, ma porta verosimilmente la sua firma per le analogie con edifici contemporanei di sicura paternità come villa Saraceno.

L’edificio ha pianta molto lineare, dettata dalle murature preesistenti, con vano centrale passante e ambienti laterali; una semplicità, che viene però stemperata dalla decorazione ad affresco del 1570, per mano del Fasolo e dello Zelotti, con belle scene conviviali d’atmosfera rinascimentale. Restauro pareti coperture e solai impianti opere di finitura interna ed esterna . Con particolare riguardo al mantenimento architettonico autentico.

L’opera di restauro conservativo della Villa Palladiana coinvolge gli elementi verticali e orizzontali opachi e coperture con attenzione alle finiture. Il lavoro avrà cura di non mutare il linguaggio originale della struttura, ma di aumentarne il pregio architettonico.

 

 

[removed]

MAROSO IVO ENZO S.R.L. Unipersonale

via Marsan, n° 69

 

Marostica (VI)

ITALIA

Tel. 042475472

Fax. 0424 470725

C.F./P.IVA 03081000246