CASTELLO DI MAROSTICA

 

Comune di Marostica (vi)

OG2 certificazione SOA

 

Ing. Augusto Patuzzi

 

 

Con la conquista da parte degli scaligeri del territorio vicentino nel 1311, anche il territorio di Marostica passò sotto il dominio di Cangrande della Scala. Con Cangrande viene avviato il processo di ridefinizione urbanisti- ca della città, con lo spostamento del centro storico che passa dall’antico Borgo, di epoca romana e medioevale, all’attuale centro intramurario.

Risale infatti al 1312 la costruzione dei due castelli: il Castello Inferiore, detto anche Castello Da Basso, e il Castello Superiore. La costruzione delle mura ebbe inizio invece il 1o Marzo 1372 da parte di Cansignorio. Sono quattro le porte che permettono di accedere al centro storico caratterizzato dalla “Piazza degli Scacchi”: la Porta Vicen- tina a sud, quella Breganzina ad ovest, quella Bassanese ad est e la Porta del Castello Superiore a nord. Lungo le mura ci sono dei camminamenti, gli stessi che in epoca antica permetteva- no un servizio di guardia.

Tra il 1934 e 1935, nella parte sud del- la mura, fu praticata una nuova apertura al fine di agevolare l’accesso alla ex stazione ferroviaria.

Il restauro conservativo eseguito vede il recupero delle coperture lignee del Castello Inferiore, di pianta rettangolare, è un tipico castello-recinto costruito a ridosso di un imponente Mastio. Dopo la guerra della Lega di Cambrai, il podestà trasferì la sua sede dal Ca- stello Superiore, gravemente danneggiato, al Castello Inferiore. Il Castello Superiore - a base quadrata con quattro torresini ai lati ed una grande torre centrale - sorge invece su una torre di ben più lunga storia: sul punto più alto del colle Pausolino, ove si trova, fu infatti costruita, in epoca romana, una fortificazione, utilizzata anche in epoca medievale.

 

 

[removed]

 

 

 

 

 

 

[removed]
Mostra altro

MAROSO IVO ENZO S.R.L. Unipersonale

via Marsan, n° 69

 

Marostica (VI)

ITALIA

Tel. 042475472

Fax. 0424 470725

C.F./P.IVA 03081000246